BPERZONE

SHOP

Contadi Castaldi Franciacorta Saten Docg 2018 - Contadi Castaldi 0.75 lt

29.90 21.90
Prodotto Terminato
Prodotto Brand Spedizione e Resi
Il Franciacorta Satèn di Contadi Castaldi è prodotto con lo Chardonnay proveniente da diversi vigneti aziendali, tutti oltre i 20 anni di età e gestiti con diversi sistemi di allevamento (Guyot, Casarsa e Cordone speronato). La vendemmia avviene tra fine agosto e inizio di settembre; dopo la pressatura, il mosto è illimpidito tramite sedimentazione naturale a freddo e fermentato lentamente (circa 20 giorni) in acciaio inox. La malolattica è svolta parzialmente, e il vino base viene affinato per 7 mesi, parte in acciaio, parte in barrique. L'imbottigliamento a maggio prelude a 30-36 mesi di stasi sui lieviti. Il dosaggio è contenuto, 6g/L e dopo ancora 3-4 mesi di bottiglia, il Satèn è pronto a essere stappato.
FRANCIACORTA SATÈN CONTADI CASTALDI: LA DEGUSTAZIONE
Il Satèn di Contadi Castaldi è giallo paglierino con una spuma fine e persistente. Al naso è fresco ed elegante, con profumi netti di biancospino, di crosta di pane, note balsamiche, sfumature di mela renetta, fichi secchi e arachidi. Morbido in bocca, ma dalla bella acidità e una certa lunghezza. Ottimo aperitivo, è perfetto tanto con fragranti vol-au-vent al formaggio, quanto con un risotto zucca e mazzancolle.

Contadi Castaldi è una delle cantine emblematiche per la storia millenaria della Franciacorta. Una delle numerose cave presenti su questo territorio ha dato vita alla fornace Biasca, l’antico fabbricato che oggi ospita la cantina. Nella seconda metà del Novecento, Vittorio Moretti rilevò la fornace dismessa per un principale motivo, legato ai ricordi di infanzia della moglie Mariella che in quel posto, appartenuto alla sua madrina, passava i pomeriggi del doposcuola. Negli anni ’80, Vittorio e Mariella decidono insieme di convertire la fornace in una cantina, sfruttandone gli ampi volumi e le lunghe gallerie di cottura dei mattoni, perfetti per affinare i loro spumanti e accogliere gli appassionati di vino. Così, l’antico luogo di lavoro ha cambiato la propria funzionalità rivolgendosi alla terra e alla vigna, ma non ha tradito le sue origini mantenendo intatta la sobrietà e la serenità delle aziende agricole lombarde.

Stimata tra lunedì 1 luglio e venerdì 5 luglio.

Per maggiori informazioni sulle nostre politiche di reso visita la sezione Resi e rimborsi